Edi Rama cita Milan Kundera? Kundera risponde!

Il Primo Ministro Rama, parlando alla stampa e a molti quadri della Polizia alla cerimonia d’inaugurazione dei lavori di ristrutturazione dell’edificio del Ministero dell’Interno, con uno studiato giro retorico partendo da una citazione di Milan Kundera, ha di fatto definito il PD (partito di timida opposizione, ma che all’ultimo test elettorale ha preso il 44% dei voti) come “l’unico nemico della Polizia”.

La citazione originale che Rama attribuisce a Kundera (di cui non si trova traccia alcuna nei testi di Kundera, ma questa e’ un’altra storia) e’ che “l’unico nemico della Polizia e’ la solitudine, solitudine che  nasce dalla mancanza di sostegno della stampa e dalla mancanza di ascolto.”

Nascondendosi dietro a questa citazione Rama ha proseguito la sua teoria, gia’ da tempo annunciata, che la realta’ e’ solo quella che dice lui, e chi dice qualcosa di diverso deve essere matto. Matto o criminale, cioe’ nemico dell’ordine costituito, nemico dello Stato, di quello Stato di cui lui e’ sovrano.

Invece di esortare la Polizia ad arrestare qualche narcotrafficante in piu’ e qualche medico in meno, il Primo Ministro, evidentemente sempre piu’ disperato per l’andamento reale delle cose, continua a negare ogni evidenza ed a rifugiarsi nella criminalizzazione dell’avversario, nella ricerca del conflitto politico a tutti i costi, e nella velata minaccia di mettere un ufficio dello stato, quello che amministra l’uso legittimo della forza, contro  una parte politica gravemente colpevole di dissenso.

Chi vede crisi nell’economia albanese e’ matto o criminale, chi vede troppa droga in Albania e’ matto o criminale, chi vede corruzione in Albania e’ matto o criminale, chi vede piccoli aerei arrivare senza permesso e’ matto  o criminale, chi vede disfunzioni nella sanita’ albanese e’ matto o criminale, chi non vuole il parco giochi e’ matto o criminale, chi vede problemi nelle liste di iscrizione all’Universita’ e’ matto o criminale, chi non capisce che “stiamo facendo lo Stato” e’ matto o  criminale, chi vede possibili coinvolgimenti della Polizia con i trafficanti e’ matto o criminale. Infine e soprattutto, chi vede matti e criminali nella politica e nei vertici della societa’ albanese e’ matto o  criminale lui stesso.

Parlando appunto di matti e criminali, vorremmo anche noi citare Milan Kundera:

“Chi pensa che i regimi comunisti dell’Europa Centrale siano esclusivamente opera di criminali, si lascia sfuggire una verità fondamentale: i regimi criminali non furono creati da criminali ma da entusiasti, convinti di aver scoperto l’unica strada per il paradiso. Essi difesero con coraggio quella strada, giustiziando per questo molte persone. In seguito, fu chiaro che il paradiso non esisteva e che gli entusiasti erano quindi degli assassini.”

La storia e’ come i libri, bisognerebbe avere la pazienza di leggerli  fino alla fine.