L’Albania fa pochissimi progressi sugli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

L’Albania non ha fatto praticamente nessun progresso sul 90% degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

La Bertelsmann Stiftung ha esaminato i 193 membri delle Nazioni Unite che nel 2015 hanno firmato l’accordo per soddisfare una serie di obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030.

Tra gli obiettivi c’è l’eliminazione della povertà, c’è la fame zero, c’è un’istruzione di qualità, c’è la buona salute e il benessere e c’è l’uguaglianza di genere.

Rispetto al 2015, l’Albania ha compiuto progressi solo su 2 dei 17 obiettivi: diminuzione della povertà estrema (il numero di abitanti che vivono con meno di 2 dollari al giorno) e diminuzione della disuguaglianza.

Secondo la relazione l’Albania ha anche fatto un piccolo progresso nella qualità dell’istruzione primaria, nella parità di genere, nel consumo responsabile e in qualche altro campo, mentre il progresso è completamente assente rispetto alla buona salute e al benessere, alla crescita economica, all’innovazione industriale, alla pace e alla costruzione di istituzioni forti, tra cui il sistema della giustizia.

Al momento l’Albania è al terzultimo posto in Europa, prima di Montenegro e Bosnia-Erzegovina. I paesi scandinavi Svezia, Danimarca e Finlandia sono in cima alla lista.