Rama si scusa con i giornalisti italiani

Il Primo Ministro Edi Rama ha chiesto scusa per gli insulti rivolti ai giornalisti italiani del programma Le Iene.

Le Iene aveva trasmesso un programma sulla TV italiana, che mostra lo sfruttamento minorile nelle miniere di cromo di Dibra. Nel corso di un incontro con una famiglia di Dibra, trasmesso in diretta sul suo canale ERTV, il Primo Ministro aveva dichiarato quanto segue quando gli è stato chiesto della trasmissione:

“Sono arrabbiato con alcuni italiani. Avevano fatto un reportage sul lavoro minorile nelle miniere di cromo utilizzando vecchi filmati. Orribile!”

Invitato nel programma del giornalista Eni Vasili, il Primo Ministro Rama si è confrontato con un breve video della giornalista italiana Alice Martinelli, che ha fornito la prova che tutto il materiale era stato girato nell’ottobre 2017.

Di fronte a questi fatti il Primo Ministro Rama ha formulato le sue scuse:

“La verità è questa: ho preso le informazioni senza vedere il reportage, ho parlato con pregiudizio e ho commesso un errore. Si tratta di un errore e lo ammetto”.

Il Primo Ministro, tuttavia, non ha affrontato l’argomento del reportage italiano, vale a dire il lavoro minorile a Dibra.

Il silenzio del Governo di fronte allo sfruttamento dei bambini non è una novità.