Quali sono i politici colpiti dalla legge sulla decriminalizzazione?

Ieri la Procura ha richiesto alla KQZ la decadenza dei deputati Aqif Rakipi (PDIU) e Gledjon Rahovica (LSI).

In base alla legge sulla decriminalizzazione, la Procura ha chiesto la decadenza dei deputati sospettati di aver nascosto il loro passato criminale nel modulo di auto-dichiarazione.

Se la KQZ accetta la richiesta della Procura, il numero dei politici (parlamentari e sindaci) che sono influenzati dal disegno di legge sulla decriminalizzazione diventa di sette membri tra deputati e sindaci e di sei membri tra i consiglieri comunali.

Nel mese di settembre 2015, il deputato Arben Ndoka (PS) si è dimesso prima che la KQZ dichiarava la sua decadenza.

Nel mese di dicembre 2016, la KQZ ha dichiarato la decadenza dei deputati Dashamir Tahiri (PDIU) e Shkelqim Selami (LSI) e del Sindaco di Kavaja Elvis Roshi (PS). Tutti e tre erano stati condannati per reati penali commessi in Italia.

Nel febbraio 2017, la Procura ha chiesto la decadenza del deputato Armando Prenga (PS) per precedenti penali. Prenga, pochi giorni dopo la richiesta, si è dimesso.

Nel mese di febbraio 2017 la KQZ ha dichiarato non validi i mandati di sei consiglieri comunali che hanno avuto problemi nel passato.