Macedonia: il Presidente rinvia al Parlamento la legge sulla doppia lingua ufficiale

La legge sulla lingua ufficiale albanese in Macedonia è stata rimandata al Parlamento dopo il rifiuto da parte del Presidente George Ivanov.

La legge sull’uso della lingua albanese come lingua ufficiale è stata approvata l’11 gennaio dal Parlamento, ma Ivanov ha fatto osservazioni su 19 dei 25 articoli di questa legge.

Il dibattito sulle modifiche agli articoli continuerà fino alla fine di questa settimana, e lunedì sarà votato dal Parlamento.

I deputati hanno il diritto di proporre modifiche agli articoli.

La legge è stata approvata con 69 voti a favore provenienti dalla maggioranza di governo macedone, mentre i parlamentari dell’opposizione VMRO-DPMNE hanno lasciato l’aula. Il partito dell’ex Primo Ministro Gruevski ha sfidato la legge, sostenendo che l’uso della lingua albanese porterà problemi interetnici.

La legge, che ora dovrebbe essere modificata, contiene 25 articoli che prevedono l’uso della lingua albanese, oltre al macedone, in tutti gli organi del governo centrale, nelle istituzioni centrali, nelle imprese pubbliche, nelle agenzie, nei dipartimenti e nelle commissioni.