Il comune di Tirana: milioni di euro negli appalti sospetti per il parcheggio sotto Piazza Italia.

Il Comune di Tirana ha dato 2.5 milioni di euro ad Albstar shpk, la società che sta costruendo il nuovo stadio nazionale, per la costruzione del parcheggio sotterraneo a Piazza Italia, davanti allo stadio. Tutta la costruzione sara’ finanziata dal budget del Comune.

Il tender è stato fatto il 18 dicembre del 2017 e il contratto è stato firmato l’11 gennaio del 2018. Il parcheggio avrà 196 posti divisi in 2 livelli, il primo livello di 92 posti e il secondo livello di 104 posti.

Per la scelta di Albstar e’ stata usata la stessa tecnica che si usa abitualmente per “scegliere” attraverso il tender i vincitori predestinati. Alla gara hanno partecipato 6 aziende. Cinque sono state squalificate dalla commissione del tender del Comune di Tirana per l’inosservanza delle condizioni tecniche, lasciando cosi’ vincitrice del tender la ditta Albstar shpk. Quattro delle cinque ditte squalificate avevano un offerta finanziaria inferiore a quella di Albstar e pure una vasta esperienza nel settore delle costruzioni.

Albstar divenne inizialmente nota al pubblico quando è stata scelta dalla Federazione Albanese del Calcio e dal governo albanese come progettista, finanziatrice e costruttrice del nuovo stadio nazionale, attraverso una procedura alquanto dubbia, se non illegale, come abbiamo spiegato molte volte.

La progettazione del parcheggio e’ costata 7.6 milioni di leke, circa 57.000 euro ed è stata finanziata dal budget del Comune di Tirana. La progettazione è stata realizzata dai soliti fornitori del governo Rama, i quali tra le altre cose hanno progettato e supervisionano la costruzione del nuovo stadio nazionale.

Sfera Studio di Artan Shkreli, ex- consulente di Rama nel primo mandato e, adesso vice ministro della Energetica e Marco Casamonti della ditta Archea Associati, progettista del nuovo stadio nazionale per conto di Albstar shpk, sono i progettisti principali del parcheggio.

Parte del team del progetto è anche Ave Counsulting, la società di Arben Dervishaj, capo del settore delle infrastrutture sportive della FSHF e supervisore di fatto della costruzione del nuovo stadio, e che nel frattempo, per il progetto del parcheggio, sarà collaboratore di Albstar.

La progettazione dei lavori idrotecnici è stato fatta da Alket Kumaraku, mentre quella dei lavori relativi alla protezione antincendio e della sicurezza sono stati fatti da Artan Dersha; tutti e due facevano parte della squadra dello studio Atelier 4, co-progettista del nuovo stadio nazionale con Casamonti, e beneficiari di tanti altri progetti della “rinascita urbana

Nel frattempo, la supervisione dei lavori, con un costo di circa 2.4 milioni di lek, circa 16.000 euro, è stata affidata alla ditta Zenith & Co shpk, la quale, insieme ad AgiCons e MET Engineering, fa parte del consorzio che ha vinto la costruzione delle prime scuole in PPP dal Comune di Tirana. In maniera curiosa, Zenith & Co è sotto indagine dal procura nel famoso scandalo dell’autostrada Tirana-Elbasan, per il quale sono indagati anche gli ex- dirigenti della Direzione Generale delle Strade, Andi Toma e Dashamir Xhika.