La verità dei 100.000 alberi propagandistici di Veliaj.

Il 21 marzo di questo anno, Erion Veliaj dichiara il record, ripetendolo giorno dopo giorno in tutte i media, di essere riuscito a piantare 100.000 alberi fra Tirana e dintorni. Prendendo spunto dal fatto che il sindaco, non solo ha propagandato questa cosa come un grande successo, ma ha dichiarato pure che da città più inquinata dei Balcani, grazie a questo atto Tirana oggi sarebbe tre volte più pulita di Skopje, il programma “Ajsberg” di Artur Çani ha fatto un’indagine dettagliata per verificare quanto sia vera la propaganda di Veliaj. Da questo programma investigativo risulta che:

  • L’azione della piantumazione degli alberi, nella quale hanno fatto il ruolo dei figuranti molte personalita’ publiche, non è nient’altro che una manovra per nascondere le firme messe da Veliaj per la concessione di oltre 200 permessi di costruzione (pur avendo permesso in campagna elettorale che non ne avrebbe dato nessuno). Altrimenti non ci sarebbe spiegazione per il fatto che Veliaj si mostri in TV per ogni albero che pianta, mentre non c’e’ nessuna immagine per le firme anche di un solo permesso di costruzione.
  • Dalla risposta scritta data al programma Ajzberg dalla Agenzia dei Parchi e della Ricreazione si documenta che fino al 21 marzo 2018 sono stati piantati in totale 22.000 alberi, dunque un quarto della cifra pretesa.
  • C’è anche un’ombra di dubbio sul prezzo degli alberi. Il giornalista del programma ha confrontato i prezzi dichiarati nella pagina ufficiale del Comune di Tirana con quelli dei agricoltori privati. La differenza è considerevole.

Esattamente per questi motivi, Ajsberg pretende che la propaganda della piantumazione degli alberi, altro non sia che una vergognosa campagna disinformante, vergognosa non solo per il Sindaco, ma anche per le più grandi televisioni del paese che sono diventate il servizio di propaganda del Sindaco. Secondo il giornalista Artur Çani, Veliaj “è diventato come Rikard Ljarja al tempo del comunismo, che usciva ogni sera in TV”.